Letti a scomparsa autoportanti: senza fissaggio a muro
25043
post-template-default,single,single-post,postid-25043,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.1,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive

Letti a ribalta autoportanti, senza fissaggio a muro

La maggior parte dei meccanismi di trasformazione dei letti a scomparsa richiede un fissaggio a muro. Quasi tutti i letti scaricano il peso completamente a terra, ma il fissaggio può essere necessario per evitare che il movimento di ribalta sbilanci la struttura. Non sempre però è possibile mettere i letti contro la parete o forare il muro con il trapano, per questo motivo abbiamo pensato di proporvi alcuni modelli di letto a scomparsa autoportanti, che hanno una struttura studiata in modo da poter essere aperta o chiusa in modo indipendente.

Ecco i nostri letti autoportanti:

 

I letti autoportanti hanno una struttura volta a garantire stabilità anche durante il ribaltamento della rete, questa soluzione permette di evitare di forare il muro. Ecco alcuni casi in cui non si può forare:

  • Stanza con porta scorrevole che passa all’interno della parete.
  • Casa in comodato o in uso temporaneo dove il proprietario non tollera interventi sulle pareti.
  • Muro con tubi o canna fumaria che rendono rischioso l’uso del trapano.
  • Muri particolarmente friabili che non offrono sufficiente stabilità al fissaggio.

Tutte queste situazioni possono essere risolte scegliendo un letto a ribalta autoportante, che offre anche due ulteriori vantaggi:

Pulizia della casa: il letto seppur pesante può essere spostato senza smontare nulla. Questo è un buon vantaggio per poter pulire di fino.

Libertà di arredare: non bisogna disporre il letto necessariamente a parete, si può inserirlo anche a centro stanza, può fare così da divisorio, caratteristica utile in particolare per chi vuole mettere il letto in un monolocale oppure in ufficio.